Serie A: l’Inter è pronta a porre fine al dominio della Juventus?

By Ucatchers Calcio, Serie A

La fine vacillante della Juventus in Serie A ha visto l’Inter finire a un solo punto dai bianconeri nel 2019-20.

La squadra di Antonio Conte era sembrata una vera sfidante al titolo nella prima metà della stagione, ma un cattivo periodo di pre-lockdown li ha visti tutti fuori dai giochi prima che una carica in ritardo – combinata alle incongruenze della Juve – rendesse le cose strette dopo che il titolo era già stato vinto avvolto.

Eppure, in vista della seconda stagione di Conte, a San Siro dovrebbe esserci un vero ottimismo.

L’Inter potrebbe non essere riuscita a vincere l’Europa League – scendendo ai campioni seriali del Siviglia in finale – ma con Romelu Lukaku e Lautaro Martinez, insieme ad alcune nuove promettenti aggiunte, questa volta sembrano tutti pronti per una forte inclinazione al titolo.

La Juve, sotto la tutela di Andrea Pirlo sulla scia del licenziamento di Maurizio Sarri, ha ancora il fattore Cristiano Ronaldo, anche se c’è la sensazione che il dominio del club in Serie A possa finalmente essere in declino.

Utilizzando i dati Opta, diamo uno sguardo a cosa deve migliorare l’Inter se vuole sfidare seriamente nel 2020-21.

33 – Antonio #Conte ha vinto 33 dei primi 54 incontri manageriali con #Inter: solo Aldo Olivieri e Luigi Simoni (entrambi 36) hanno vinto più partite in tutte le competizioni dopo altrettante partite gestite con i nerazzurri. Eccellenza. pic.twitter.com/xAuGaD59vY

– OptaPaolo (@OptaPaolo) 25 agosto 2020

LA SINDROME DI SECONDA STAGIONE DI CONTE

Nonostante il secondo posto dell’Inter in Serie A, c’erano dei dubbi sul fatto che Conte sarebbe rimasto il loro allenatore in questa stagione.

Ai primi di agosto, infatti, prima delle fasi finali di Europa League in Germania, Conte ha dichiarato a DAZN: “Non si riconosce il lavoro che ho fatto e ho trovato pochissima protezione dal club. Assolutamente no. Ci saranno cose da discutere con il presidente, ma in questo momento è in Cina … “

Tuttavia, Conte è rimasto e cercherà di costruire su una prima campagna promettente.

Il bottino di 82 punti dell’Inter la scorsa stagione è stato il miglior bottino in Serie A dal 2009-10. Significava anche che l’Inter era l’ottava squadra dal 1994-95 a non vincere lo scudetto dopo aver gestito 82 punti o più.

Eppure, con le ultime due squadre di club che Conte ha allenato, c’è stato un calo nella sua seconda stagione.

Nella prima stagione di Conte alla Juve nel 2011-12, la sua squadra ha vinto il titolo di Serie A senza perdere una partita – Ilario Castagner e Fabio Capello sono stati gli unici allenatori ad averlo gestito in precedenza nella massima serie italiana.

La Juve ha perso cinque volte in Serie A nel 2012-13 ma ha comunque vinto il titolo, e al Chelsea c’è stata una storia simile. I Blues hanno vinto la Premier League con 93 punti nel 2016-17, perdendo solo cinque partite, ma nel secondo mandato di Conte, il Chelsea è arrivato quinto, perdendo in 10 occasioni.

Se l’Inter vuole davvero fare un passo avanti rispetto alla scorsa stagione, allora Conte dovrà evitare qualsiasi calo notevole.

LE STAR STRIKER

I 31 gol di Ronaldo in Serie A alla fine hanno fatto la differenza per la Juve la scorsa stagione, con il 35enne che ha vissuto più momenti vincenti.

Prezioso sostegno anche l’altro attaccante principale della Juve, Paulo Dybala, che ha segnato 11 gol e fornito sei assist.

Ti piace il gioco d'azzardo? guarda le ultime notizie di scommesse, casino, poker, i nostri siti aams e i nostri siti non aams di gioco online.

Conte, invece, si è lamentato spesso della mancanza di rifiniture cliniche da parte sua a volte nell’ultimo periodo, anche se Lukaku e Martinez hanno fatto la loro parte più che giusta.

Hanno segnato un totale di 37 gol – Lukaku con 23 reti e Martinez 14 – fornendo rispettivamente due e tre assist.

34 – Romelu #Lukaku ha segnato 34 gol in questa stagione in tutte le competizioni: l’ultimo giocatore dell’Inter a segnare altrettanti gol nella sua prima stagione in nerazzurro è stato Ronaldo nel 1997/98. Pantera. #SevillaInter #UELFinal pic.twitter.com/SFgJ7p8SZa

– OptaPaolo (@OptaPaolo) 21 agosto 2020

Tuttavia, erano ancora cinque gol in meno rispetto a Ronaldo e Dybala, mentre i compagni d’attacco della Juve vantavano anche statistiche di collegamento migliori.

In totale, Dybala ha trovato Ronaldo 121 volte in tutta la campagna, creando 31 possibilità per il suo compagno di squadra – confrontalo con Martinez che ne ha creati solo 11 per Lukaku.

Ronaldo non ha restituito del tutto il favore, con solo nove occasioni create per Dybala dall’ex stella del Real Madrid, mentre Lukaku ha fornito 14 occasioni per Martinez.

PIÙ FOGLI PULITI NECESSARI

L’Inter ha chiuso la stagione 2019-20 con la miglior difesa della Serie A, subendo solo 36 gol, ma questo non racconta tutta la storia.

La squadra di Conte ha ottenuto solo 14 reti inviolate in tutta la stagione: dal 2004-05, solo la Juve, nel 2019-20, ha vinto la Serie A con meno di 15 interruzioni.

A Milan Skriniar, Conte ha un centrocampista dominante che non è ancora vicino al suo apice, mentre Diego Godin – se rimane – è un capo anziano affidabile e Stefan de Vrij ha impressionato, ma come unità a volte sono stati soggetti a cadute difensive che, nelle partite in cui la forza d’attacco dell’Inter non è riuscita a sfruttare al meglio le occasioni, alla fine è costata ai nerazzurri.

Sotto la guida di Conte dal 2011 al 2014, la Juve ha mantenuto la porta inviolata rispettivamente 21, 19 e 22 in quelle tre stagioni.

25 – #Inter ha segnato 25 gol di testa in questa stagione in tutte le competizioni, più di ogni altra squadra tra i primi 5 campionati europei. Giganti. # Intershaktar pic.twitter.com/MDoBsqw1Vx

– OptaPaolo (@OptaPaolo) 17 agosto 2020

GUASTI SAN SIRO?

L’Inter è stata eccezionale fuori casa in Serie A la scorsa stagione, raccogliendo più punti in trasferta di qualsiasi altra squadra (43), vincendo 13 partite, quattro pareggi e solo due sconfitte.

È stata solo la seconda squadra con 13 o più vittorie in trasferta in una singola campagna a non vincere il titolo, dopo il Napoli, che lo ha fatto sia nel 2016-17 che nel 2017-18.

Diversa è invece la storia in casa, dove i nerazzurri raccolgono solo 39 punti, 11 in meno dei 50 totali della Juve.

L’Inter deve migliorare la propria efficienza a San Siro se vuole porre fine al dominio della Juve sul calcio italiano, poiché nessuna squadra vincitrice di scudetto ha mai conquistato il titolo con meno di 13 vittorie in casa da quando 20 squadre sono state nella massima serie.

SITI CONSIGLIATI DAI NOSTRI ESPERTI

Casino/Bookmaker Opinione Bonus Recensione Visita
Bonus del 100% del primo deposito fino 100€ Recensione Visita
100% del suo deposito iniziale fino a 500€ Recensione Visita
Bonus del 100% del primo deposito fino 122€ Recensione Visita
Ricevi ora fino a 150€ per le scommese e 200€ per il casinò Recensione Visita

Lascia La Tua Opinione