Scelte dagli esperti del Roland Garros 2020: i nostri campioni, cavalli e busti oscuri | TENNIS.com

By Ucatchers Tennis

Clicca qui per vedere il sorteggio maschile del Roland Garros e qui per quello femminile.

Campione maschile

JOEL DRUCKER: Rafael Nadal
Non importa che abbia perso nel suo unico precedente evento sul campo in terra battuta del 2020. Non importa che ci siano buone probabilità che le condizioni autunnali possano ridurre al minimo il topspin fuori classifica. Ciò che conta: è Nadal.

MATT FITZGERALD: Novak Djokovic
È il 2020: tutte le scommesse sono aperte Novak è più che dovuto per un ritorno al campionato domenica a Parigi e non ha perso una partita completa quest’anno.

STEVE FLINK: Novak Djokovic
Fresco del trionfo nella Roma, il serbo ha la fiducia di cui ha bisogno. Anche l’atterraggio di Thiem nella metà del pareggio di Nadal aiuta.

CALE HAMMOND: Rafael Nadal
Statisticamente parlando, la vittoria di Rafa al Roland Garros è la scommessa più sicura che lo sport abbia mai visto e vedrà mai. È 93-2 a Parigi e un perfetto 12-0 in finale. Non scegliere Rafa per la vittoria è un comportamento egoistico al limite della ricerca dell’attenzione.

ED MCGROGAN: Novak Djokovic
Non deve battere sia Thiem che Nadal; è passato senza soluzione di continuità alla terra battuta da campi in cemento e da un luogo duro; non gli mancherà la motivazione. Anche il suo quarto è abbastanza comodo.

NINA PANTIC: Rafael Nadal
La sua sconfitta contro Schwartzman a Roma è stata sorprendente, ma il numero 2 del mondo avrà qualche round per sistemarsi. Dato quanto poco ha giocato, la salute non dovrebbe essere un problema.

JORDAAN SANFORD: Novak Djokovic
Il numero 1 del mondo è riuscito a mettere il passato nel passato a Roma. Il pareggio del serbo in semifinale non rappresenta una minaccia e, come tale, probabilmente avrà il serbatoio pieno per il resto del viaggio.

STEVE TIGNOR: Rafael Nadal
Rafa potrebbe dover passare attraverso Fognini, Zverev, Thiem e Djokovic per vincere, ma puoi davvero scommettere che lui perda al Roland Garros?

Campionessa femminile


Tutte le foto da FFT o Getty Images.

JOEL DRUCKER: Simona Halep
Due corse per il titolo del Grande Slam hanno accantonato la parte del leone dei suoi demoni. Halep ha trascorso mesi in Europa, allenandosi, senza dubbio con rigore tipico.

MATT FITZGERALD: Garbine Mugruza
New York non è andata secondo i piani, ma una grande settimana a Roma, dove ha battuto Stephens, Gauff, Konta e Azarenka, prima di perdere in tre contro Halep, l’ha preparata bene per il sito del suo primo titolo importante.

STEVE FLINK: Simona Halep
Lo ha già fatto ed è pronta a vincere di nuovo il Roland Garros.

CALE HAMMOND: Simona Halep
Con Barty, Andreescu e Osaka in disparte, questo sembra sicuramente il torneo di Halep da vincere.

ED MCGROGAN: Simona Halep
È la più grande favorita delle donne in uno Slam dai tempi di gloria di Serena? Sulla base della sua recente corsa, quel caso potrebbe essere fatto. Il suo servizio è sempre una preoccupazione quando si affronta un grande avversario, ma per me non c’è altra scelta.

NINA PANTIC: Simona Halep
Dopo aver alzato il suo primo titolo di Roma, Halep sta andando in alto. L’ex campione del Roland Garros dovrebbe anche trarre vantaggio dal non esagerare e dall’allenarsi di più sulla terra battuta saltando New York.

JORDAAN SANFORD: Simona Halep
Il numero 2 del mondo non ha perso la partita da quando è tornato al tour, ed entrambi gli eventi erano sul fango. È più che a suo agio su questa superficie, il che le darà un forte vantaggio vista la breve stagione.

STEVE TIGNOR: Simona Halep
Come Rafa, Halep è nella parte più difficile, ma qui ha già vinto, ha appena vinto a Roma e l’unico giocatore classificato sopra di lei, Ash Barty, è assente.

Dark Horse maschile (testa di serie n. 20 o inferiore)

JOEL DRUCKER: Borna Coric
Una combinazione di fiducia acquisita dalla sua vivace rimonta contro Tsitsipas e un gioco da fondo simile a un pitbull si sommano al buon potenziale per una buona corsa sulla terra battuta.

MATT FITZGERALD: Casper Ruud
Per un ragazzo che è stato “pompato per tornare sulla terra battuta”, una potenziale vittoria di firma potrebbe essere sulla linea per il norvegese al terzo turno contro Thiem.

STEVE FLINK: Borna Coric
Il croato sta uscendo da un bel US Open, superando Tsitsipas durante un quarto di finale.

CALE HAMMOND: Dusan Lajovic
Garin e Ruud sono giocatori migliori di Lajovic, fuori dalla Top 20, ma il serbo ha il pareggio più facile. Garin giocherà probabilmente Djokovic nel quarto round, mentre Ruud potrebbe affrontare Thiem nel terzo round. Lajovic, intanto, è perfettamente capace di sconvolgere Medvedev al quarto turno.

ED MCGROGAN: Dusan Lajovic
Il serbo è in un quarto senza Nadal, Djokovic o Thiem, il “quarto della vita”, come lo chiamo io. Medvedev è lì, ma il seme numero 4 è solo 10-17 vita su argilla. Lajovic ha giocato bene a Roma ed è nei quarti di Amburgo; in questo quarto di rovescio a una mano, attenzione a quello di Lajovic.

NINA PANTIC: Ugo Humbert
La sezione del sorteggio della 22enne urla opportunità. È reduce dalla sua prima vittoria in carriera nella Top 10, contro Medvedev ad Amburgo, ed è pronto per una svolta su un palcoscenico più grande.

JORDAAN SANFORD: Borna Coric
Il croato ha ottenuto un solido pareggio e potrebbe correre a Parigi, se arriva con la stessa determinazione che aveva quando ha sconfitto Tsitsipas all’inizio di questo mese a New York.

STEVE TIGNOR: Dusan Lajovic
Al serbo piace la terra, ha ottenuto un paio di vittorie solide quest’autunno ed è nel quarto più facile del pareggio.

Ti piace il gioco d'azzardo? guarda le ultime notizie di Controlla la nostra nuova recensione di 20bet scommesse.

Dark Horse delle donne (testa di serie n. 20 o inferiore)

JOEL DRUCKER: Jennifer Brady
Non c’è motivo per fermare il grande tennis che ha giocato. Un servizio grande e un diritto ancora migliore possono portarla lontano.

MATT FITZGERALD: Jelena Ostapenko
Lancia una freccetta nella metà inferiore e il tuo cavallo scuro sarà buono come il mio. Il campione 2017 potrebbe ottenere Karolina Pliskova nel secondo round.

STEVE FLINK: Jennifer Brady
Dopo i suoi US Open, tutto è possibile.

CALE HAMMOND: Fiona Ferro
La francese ha conquistato il suo primo titolo a Palermo ad agosto e ha il gioco per fare una bella corsa in terra natia.

ED MCGROGAN: Jennifer Brady
Come Halep come campione, non c’è altra scelta che abbia senso. Seeded 21esimo, Brady sta giocando come un giocatore Top 5, e forse un giorno ci arriverà. Un terzo turno contro Muguruza fa venire l’acquolina in bocca.

NINA PANTIC: Jennifer Brady
Seguire una svolta del Grande Slam è una sfida, eppure Brady dovrebbe ancora farlo, essendo atterrato in una bella parte del sorteggio con l’imprevedibile Muguruza il seme più alto nelle vicinanze.

JORDAAN SANFORD: Jennifer Brady
L’americano è in fiamme. Ha alzato il suo primo titolo dopo mesi di assenza, poi ha raggiunto la semifinale degli US Open. Sebbene non abbia avuto molto tempo per prepararsi, la venticinquenne è piena di fiducia.

STEVE TIGNOR: Karolina Muchova
La ventiduesima testa di serie non gioca dal suo quarto round agli US Open, ma è una giocatrice in crescita ed è nella sezione del sorteggio di Kenin.

Busto maschile (testa di serie n. 10 o superiore)

JOEL DRUCKER: Stefanos Tsitsipas
Il simpatico greco ha detto che ci sono voluti mesi per riprendersi dalla sua epica sconfitta contro Wawrinka a Parigi l’anno scorso. Allora qual è il ciclo di recupero per la sconfitta degli US Open contro Coric dopo aver visto svanire sei match point?

MATT FITZGERALD: Stefanos Tsitsipas
Dopo il crepacuore del Roland Garros dello scorso anno, Stef ha impiegato un po ‘di tempo per superare la sconfitta. La storia potrebbe ripetersi dopo il crollo degli US Open.

STEVE FLINK: Gael Monfils
Il seme n. 8 non sta giocando come ha fatto all’inizio dell’anno.

CALE HAMMOND: Gael Monfils
Nei suoi ultimi due tornei, Monfils ha perso contro Dominik Koepfer e Yannick Hanfmann in due set. Il francese non può sentirsi troppo fiducioso davanti al suo Slam di casa.

ED MCGROGAN: Daniil Medvedev
Il suo record sulla terraferma parla da solo e, mentre è lontano dal Big Trois, potrebbe affrontare tutti i tipi di sfide iniziali a Fucsovics, Mannarino, Ramos-Vinolas, Lajovic o Rublev.

NINA PANTIC: Danill Medvedev
La sua perdita contro Humbert ad Amburgo era sconcertante. È possibile che abbia solo bisogno di più tempo per acclimatarsi alla terra, ma in questa stagione troncata non ne avrà.

JORDAAN SANFORD: Stefanos Tsitsipas
Il 22enne non sta entrando nel Roland Garros con molto slancio: ha subito una dura sconfitta al terzo turno a New York, ed è venuto meno contro Sinner nella sua gara di apertura a Roma.

STEVE TIGNOR: Daniil Medvedev
La testa di serie numero 4 ha perso il suo primo turno ad Amburgo e affronta un duro battitore a Fucsovics al primo turno a Parigi.

Busto femminile (testa di serie n. 10 o superiore)

JOEL DRUCKER: Sofia Kenin
Sconfitte agli US Open e Roma segnate da una passività mai vista prima. Speriamo che questa vivace concorrente riacquisti le sue qualità audaci, ma non così facile su questa superficie impegnativa.

MATT FITZGERALD: Kiki Bertens
Si è fermata a Strasburgo per un infortunio al tendine d’Achille sinistro e, prima ancora, ha perso il primo gol della Roma.

STEVE FLINK: Sofia Kenin
Sulla base della sua forma, non vedo la campionessa dell’Aussie Open vincere più di due partite.

CALE HAMMOND: Johanna Konta
Per raggiungere il quarto round, l’inglese dovrà sopravvivere a Gauff, Giorgi e Rogers o Sakkari. È solo un brutto pareggio.

ED MCGROGAN: Johanna Konta
Semifinalista al Roland Garros lo scorso anno, Konta è 0-4 a Parigi al di fuori di quella serie. Potrebbe essere 0-5, con Gauff come avversario al primo turno.

NINA PANTIC: Johanna Konta
Nonostante abbia 13 anni in più del suo avversario al primo turno, Gauff, il giovane sembra più pronto a gestire la pressione di questo scontro, mentre Konta è suscettibile alla stanchezza mentale.

JORDAAN SANFORD: Johanna Konta
L’inglese ha faticato a trovare il suo piede sulla terra battuta a Roma. Dopo essere caduta al secondo turno, ha deciso di separarsi dal suo nuovo allenatore Thomas Hogstedt.

STEVE TIGNOR: Sofia Kenin
Dopo la sua doppia sconfitta contro Azarenka la scorsa settimana, è difficile sostenere la vincitrice dell’Australian Open in questo momento.

Casino/Bookmaker Opinione Bonus Recensione Visita
Bonus del 100% del primo deposito fino 122€ Recensione Visita
Il bonus del 100% del primo deposito è di 120€. oppure 100€ di FREEBET Recensione Visita
100% Bonus sul primo deposito € 150 Recensione Visita
Ricevi ora fino a 150€ per le scommese e 200€ per il casinò Recensione Visita
Bonus del 100% del primo deposito fino 100€ Recensione Visita

Lascia La Tua Opinione