L’incubo norvegese del Milan … | Football Italia

By Ucatchers Calcio, Serie A

Tifosi milanesi, vi ricordate quando il Rosenborg arrivò a San Siro il 4 dicembre 1996? Quando Vegard Heggem è passato tra Paolo Maldini e Franco Baresi per mettere a segno il gol della vittoria? Non importa se credi che sia successo o meno, perché in Norvegia abbiamo visto i replay un milione di volte.

La storica vittoria per 2-1 a San Siro, quando l’RBK ha eliminato la migliore squadra del mondo dalla Champions League, è stata celebrata come il più grande traguardo raggiunto da una squadra norvegese, punto. E il motivo per cui cito il risultato più grande del calcio norvegese, è perché la squadra che arriva domani è stata paragonata a quella storica squadra.

La squadra che ha sfidato lo Zalgiris Vilnius nel secondo turno preliminare di Europa League ha avuto l’opportunità di sfidare la più grande squadra norvegese della storia.

Una vittoria completerebbe la storia dell’anno anormale di Bodø / Glimt. La partita contro il Milan non potrebbe essere più calzante. All’inizio di questo mese, sul quotidiano norvegese VG, potresti leggere dei 14 record alla portata di Bodø nel 2020. La maggior parte di essi sono ovviamente detenuti dalla RBK storicamente dominante.

Bodø / Glimt, che si erano ripresi da un anno in seconda divisione solo due stagioni e mezzo fa, hanno creato un nuovo entusiasmante capitolo del calcio norvegese. Hanno sorpreso, sbalordito e travolto i tifosi di calcio di tutto il paese, con il loro stile offensivo e l’entusiasmo di trasformare la sofferenza in successi, proprio come l’amata Atalanta in Serie A.

Giovedì si scontreranno, forse la partita più importante nella storia del club. Rispetto a dove si trovava questa squadra solo pochi anni fa, per giocare un pareggio europeo contro il Milan a San Siro dovrebbero essere i giovani di Bodø a pizzicarsi le braccia increduli.

Nel frattempo, nella madrepatria, i superlativi volano a sinistra, a destra e al centro. Gli esperti stanno formando una fila ordinata per dare un’occhiata all’azione: non ne hanno mai abbastanza dei nordici in giallo. L’intensità del gioco, la qualità dei passaggi e gli intrepidi giocatori di una squadra con un’età media di 22,84 anni.

Sono abbastanza ingenui da affrontare chiunque. Quando Odd, terzo classificato, ha segnato il primo gol a Bodø, i giovani hanno reagito attaccando i loro ospiti e non si sono fermati finché non hanno mandato a casa gli sfidanti del titolo per soffermarsi su cosa è andato storto nella sconfitta per 6-1 contro la capolista. Quella è stata la quarta volta in 18 partite gli uomini dell’allenatore Kjetil Knutsen hanno segnato sei o più gol quest’anno.

E Knutsen ha promesso di giocare alla maniera Bodø / Glimt anche a Milano. Record di statistiche e obiettivi in ​​abbondanza. Nonostante siano realistici in vista della partita in casa del calcio italiano, hanno ancora quell’approccio ingenuo al gioco, giovane fame senza paura.

Ti piace il gioco d'azzardo? guarda le ultime notizie di scommesse, casino, poker, i nostri siti aams e i nostri siti non aams di gioco online.

“È importante sottolineare che non tremiamo di paura di notte”, ha detto Knutsen a VG. “Non vediamo l’ora. Dobbiamo pompare il petto più che mai nella vita. È così che affronteremo questa partita “.

Perché Bodø / Glimt arrivano dopo risultati sorprendenti all’Eliteserien, dopo aver segnato 65 volte in 18 partite, già una in più rispetto a tutto il 2019. Una media di 3,6 gol a partita, battendo attualmente il record stabilito dal Rosenborg nel 1997. Se si aggiunge il ritorno del Rosenborg, terzo e quarto, supererai il record di Bodø / Glimt sotto porta quest’anno, con un totale di 66.

L’anno scorso Bodø / Glimt è arrivato secondo in Norvegia. Quest’anno hanno più o meno concluso il titolo con 12 partite rimanenti e un divario di 16 punti fino al secondo posto Molde, segnando almeno due reti in 21 partite consecutive e sono imbattute in campionato. L’attaccante danese Philip Zinckernagel è diventato il primo giocatore della Lega in cinque anni a raggiungere la doppia cifra sia in gol che in assist, contribuendo a un rapporto di vittorie dell’87,5% finora in questa stagione.

Ma, mentre guardavano il Milan battere il Bologna e prolungare la loro imbattibilità, Knutsen sa che la sua giovane squadra non ha esperienza ed era in soggezione per la prestazione di Zlatan Ibrahimovic a 39 anni. La squadra norvegese arriva a San Siro con un 30enne in rosa e un valore di mercato complessivo di 10 milioni di euro, secondo Transfermarkt. È proprio quello che Gigio Donnarumma ha chiesto ogni anno per continuare a lavorare a Milanello.

“Questo sarà un ottimo riferimento per vedere dove siamo”, ha detto Knutsen. “Ci prepareremo bene su come difendere e attaccare, ma dobbiamo continuare a giocare a modo nostro.

“Il Milan è una squadra impressionante. Pressano in alto e devono essere una delle migliori squadre dell’Europa League. Hanno la massima qualità in tutto il campo. “

I rossoneri non sono più quello del 1996, ma la Norvegia trattiene il fiato e la partita non può arrivare prima. Eppure per il Diavolo sono solo i preliminari per una squadra che punta a concorrere per il trofeo a maggio.

Guarda la Serie A in diretta nel Regno Unito su Premier Sports per soli £ 9,99 al mese, inclusi LaLiga, Eredivisie, Scottish Cup Football e altro ancora. Visita: https://www.premiersports.com/subscribenow

SITI CONSIGLIATI DAI NOSTRI ESPERTI

Casino/Bookmaker Opinione Bonus Recensione Visita
Bonus del 100% del primo deposito fino 100€ Recensione Visita
100% del suo deposito iniziale fino a 500€ Recensione Visita
Bonus del 100% del primo deposito fino 122€ Recensione Visita
Ricevi ora fino a 150€ per le scommese e 200€ per il casinò Recensione Visita

Lascia La Tua Opinione