Lo spazio tra il gioco professionale e quello amatoriale riempito dalle piattaforme dei tornei

Mentre le organizzazioni di eSport si muovono rapidamente, lo spazio per la concorrenza occasionale per fare soldi potrebbe non aver tenuto il passo.

1

Il numero di giocatori che hanno la passione e la dedizione per giocare in modo competitivo e utilizzare le proprie capacità per guadagnare denaro è in crescita. Tuttavia, non c’è equivalente al calcio semi-professionista negli eSport, dove i giocatori possono fare una bella fetta di cambiamento senza essere professionisti. A parte le scommesse fai-da-te, l’unico modo per guadagnare denaro al momento è diventare completamente professionali, il che non è fattibile per tutti. Inoltre, poiché la pipeline per i giocatori occasionali è in qualche modo carente, potrebbe essere difficile farlo anche per i pochi che sono capaci.

Di conseguenza, il settore è stato invaso da piattaforme di gioco competitive, che si concentrano sull’organizzazione di tornei di eSport su piccola scala con premi in denaro reale. Migliaia di tali competizioni vengono ospitate ogni giorno su varie piattaforme di gioco competitive.

Maxi Giocatori

Una di queste piattaforme è Maxi Players: una community di eSport che promette di accogliere tutti i giocatori, indipendentemente dal livello di abilità. La nuova piattaforma offre agli utenti l’opportunità di partecipare a duelli basati sulle abilità e vincere premi in denaro reale. In definitiva, mira ad aiutare i giocatori a sviluppare la loro carriera negli eSport, funzionando anche come uno spazio per i concorrenti occasionali, quelli che non vogliono diventare professionisti ma vorrebbero guadagnare qualche soldo extra attraverso i giochi.

renderimage

Lo spazio tra il gioco professionale e quello amatoriale riempitoMaxi Players promette di avere un posto per tutti i giocatori, indipendentemente dal livello di abilità. Credito: Maxi Giocatori

CORRELATO: Il membro fondatore di HelloFresh nominato CEO di Skrmiish

Il concetto è semplice. Offrendo piccole somme di denaro sulle proprie abilità, i giocatori possono organizzare sfide per ottenere ricompense più significative. Dipende da loro quanto vogliono offrire e guadagnare; possono affrontare gli amici per poche sterline o possono aumentare la posta in gioco gareggiando nei tornei.

La piattaforma copre una varietà di titoli di eSport, tra cui Fortnite, League of Legends, Call of Duty, Overwatch, CS: GO, FIFA, VALORANT, Rocket League, Dota 2, StarCraft II, NBA 2K, Madden NFL, Rainbow Six: Siege, Battlefield, Hearthstone e Legends of Runeterra. Le sue caratteristiche includono la creazione della squadra, la modalità torneo e il programma di affiliazione, che offre agli utenti una serie di vantaggi.

Grazie alla collaborazione con gli influencer del gioco, Maxi Players si è rapidamente affermato nel mercato di lingua tedesca e ora sta cercando di espandersi in altri paesi attraverso il suo sistema di franchising. In questo modo, l’azienda offre non solo uno spazio per gli eSport occasionali, ma anche investimenti e altre opportunità di business per gli utenti.

1619966293 237 Lo spazio tra il gioco professionale e quello amatoriale riempitoMaxi Players cerca di espandersi in altri paesi attraverso il suo sistema di franchising. Credito: Maxi Giocatori

Le piattaforme competitive svolgono un ruolo importante nell’ecosistema degli eSport. Oltre a connettere i giocatori e dare loro l’opportunità di trarre profitto dai giochi, Maxi Players ospita molti campionati e tornei casuali a livello globale e partecipa al rafforzamento delle comunità esistenti, oltre a crearne di nuove.

CORRELATO: Repeat.gg lancia la piattaforma di tornei di eSport incentrati sul marchio

Le piattaforme di gioco competitive possono fungere da spazio di transizione per potenziali atleti di eSport, qualcosa di cui l’industria ha disperatamente bisogno. Gli aspiranti giocatori ottengono l’esposizione e il riconoscimento tanto necessari, oltre alla possibilità di “ testare le acque ” prima di impegnarsi nella carriera di un professionista di eSport.

Disclaimer: questo pezzo contiene link sponsorizzati.

renderimage

Iscriviti alla nostra newsletter ESI Dispatch

3

Suscribete a la Newsletter
Aceptas nuestras politicas de privacidad?